Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - STORIA - Impianti protoindustriali nel territorio celanese

Impianti protoindustriali nel territorio celanese

Pianta della Sorgente  di Fontegrande del Mulino Arezzo, Da Capo e Di Mezzo anno 1901

    
Pianta della Sorgente  di Fontegrande del Mulino Arezzo (anno 1901)
(Collez. Diego Pestilli)

Va dato atto a Diego Pestilli di aver riportato alla luce, dopo un anno di ricerche, la documentazione archivista ed iconografia degli impíanti protoindustriali del territorio celanese dal XIV al XX secolo con uno studio accurato delle fonti storiche, dei manufatti, delle località e dei corsi d'acqua che li alimentavano: un lavoro tanto più meritevole se si tiene conto dello scarso interesse degli storici locali verso tali testimonianze, considerate parte della "storia minore" e quindi non bisognose di attenzione. 
Un lavoro svolto con serietà e professionalità da un giovane che si avvia a rinnovare la stanca e accademica ricerca dei "cultori locali con il lodevole contributo dell'istituzione della Biblioteca Santa Maria Valleverde condotta da P. Osvaldo Lemme che ha saputo valorizzare e comprendere in pieno il valore culturale della ricerca dell'amico Pestilli.

Giuseppe Grossi

Presentazione
La conoscenza delle strutture economiche e sociali, i centri di trasformazione e produzione, i modi lavorativi, i luoghi in citi sorsero costituiscono un arricchimento della cultura e della storia locale. Onorano, inoltre, la creatività e il dinamismo organizzativo di un popolo. 
Di più: il presente è carico del passato ed è gravido dell'avvenire. Non avremmo avuto la navetta spaziale, se non ci fosse stata la scoperta della pila elettrica di Volta. 
A ragione, dunque, il giovane Diego Pestilli ha intitolato il suo lavoro "Saggio sugli impianti protoindustriali nel territorio celanese". 
Le grandi cartiere dell'industria moderna rínviano alle strutture semplici, rudimentali, a confronto delle prime, situate lungo un torrente o una cascata d'acqua. 
Che è il caso della città di Celano. 
Allorchè leggemmo il lavoro del giovane studioso fummo sorpresi dal rígore e dalla serietà con cui ha reperíto, esamínato i documenti d'archivio: molti sconosciuti e inediti. 
  
A suo onore, perché si ríscatta dalla mediocrità degli scopíazzatorí "a buon mercato" che gremiscono alcuni palchi nel teatro delle culture locali. 
Il timbro è quello della critica scientifica e dell'originalità. Perciò la biblioteca Santa Maria Valleverde ha favorito la pubblicazione del lavoro alla citi stesura l'autore è stato impegnato per oltre un anno. 
Auguriamo di continuare nelle ricerche estese in altri ambiti del territorio celanese e, allo stesso tempo, è bello sperare che molti suoi coetanei ne seguano l'esempio, perché è vero, sempre e dovunque, il verso dantesco:

...... Seggendo in piuma
in fama non si vien, né sotto coltre
senza la qual chi sua vita consuma
cotal vestigio in terra di sé lassa,
qual fumo in aere, ed in acqua la spuma.".

Osvaldo Lemme

 
Sei in: - STORIA - Impianti protoindustriali nel territorio celanese

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright